Logo De Stefani
Italiano | English | Deutsch

Territorio

Il nostro territorio, ricco di aspetti naturali, è prevalentemente agricolo. 
Si trova a pochi chilometri dalla costa adriatica e dalle zone montane e conserva nei centri storici delle sue cittadine e nei piccoli borghi rurali un patrimonio archeologico e naturalistico di grande interesse. Offre ai turisti una grande varietà di mete:

CITTA' D'ARTE
Le città d'arte, su cui è impresso l'indelebile sigillo della Repubblica Serenissima veneziana, sono degli scrigni che custodiscono preziose testimonianze storiche e artistiche. 
Venezia, in primis, è un museo a cielo aperto, va scoperta a piedi, magari perdendosi tra calli, campielli e rii.
E' una città unica al mondo non solo per le sue ricchezze artistiche, ma anche per la straordinaria compenetrazione tra attività dell'uomo e paesaggio naturale delle lagune.
Il mare è al centro della sua esistenza. Tutto racconta di lontane basi marittime, di proficui commerci, di guerre, di grandi splendori, come le tessere auree dei mosaici della magnifica Basilica di San Marco.
Le arti hanno recuperato i temi del mare. L'architettura, nella sommità delle chiese, ha ripreso il modello delle carene delle navi; la pittura, nei colori che nascono dall'acqua, ha trovato il suo elemento distintivo, vanto dei pittori della scuola veneziana del Rinascimento, Tiziano, Bellini, Giorgione. Le loro opere sono custodite nei numerosi musei della città: le Gallerie dell'Accademia, il Museo Correr, i Musei di Piazza San Marco.
Treviso, cinta da antiche mura veneziane, vanta un patrimonio monumentale di grande valore come gli eleganti palazzi in Piazza dei Signori, tra cui spicca Palazzo dei Trecento del XIII secolo, e Casa dei Carraresi, con la sua sobria facciata romanica e le eleganti bifore e trifore, oggi sede di importanti mostre a livello internazionale. Notevoli le facciate delle dimore di epoca medievale affrescate con caratteristici motivi geometrici, a finte tappezzerie o a finti mattoni, oppure con composizioni figurative a soggetto sacro, allegorico e mitologico.

LE LOCALITA' BALNEARI
Le località balneari, tra cui le rinomate Jesolo e Caorle, sono tra le più conosciute a livello internazionale, insieme a Eraclea Mare, alLido di Venezia, a Sottomarina e a Chioggia. Lunghissimi e ampi gli arenili, mentre i fondali marini degradano dolcemente.
Jesolo è una delle più importanti mete balneari dell'Adriatico, famosa per i quindici chilometri di spiaggia dalla sabbia morbida e finissima, di origine dolomitica e dal caratteristico colore ambrato e per un mare incontaminato, oltre che per le celebri notti jesolane con locali di tendenza aperti fino a notte fonda.
Caorle è una bellissima cittadina chiamata la Venezia in miniatura. Il centro storico, tra calli e campielli, conserva una cattedrale romanica con un campanile dell'XI secolo.
Eraclea Mare è famosa per la sua pineta che si apre, ampia e luminosa, su una spiaggia di oltre tre chilometri di lunghezza, caratterizzata dalla presenza di piccole dune ricoperte di tamerici.
Il Lido di Venezia, frequentato in passato dalla nobiltà europea, oggi è l'ideale meta turistica per chi vuole abbinare il turismo culturale a una rilassante vacanza al mare.
Sottomarina è apprezzata per la sua spiaggia di sabbia finissima ricca di minerali.
Chioggia viene denominata la Piccola Venezia per le caratteristiche urbanistiche della zona antica, molto simile a quella di Venezia, che rievocano i luoghi raccontati nelle commedie del Goldoni.

LE LOCALITA' MONTANE
Le località montane, che offrono scenari come le Dolomiti, sono tra le montagne più belle del mondo. Si tratta di un insieme di gruppi montuosi elevati, fra i quali i più noti sono l' Antelao, il CristalloLe Tofane, le Tre Cime di Lavaredo, le Marmarole, la Marmolada, ilCivetta,il Pelmo e le Cinque Torri.
Cortina d'Ampezzo, la regina delle Dolomiti, è considerata una delle località più belle di tutto l’arco alpino e gode di fama internazionale sia per la bellezza della natura che la circonda sia per la vita mondana che la caratterizza. Situata in uno scenario paesaggistico che ha pochi eguali al mondo, al centro delle Dolomiti d’Ampezzo tra le cime del Sorapis, del Cristallo, del Gruppo delle Tofane e del Laganzuoi. La maggiore attrazione che offre Cortina è rappresentata sicuramente dallo sci, che si può praticare nei comprensori inseriti nel Dolomiti Superski.
Arabba propone il grandioso Giro della Sella Ronda, mentre la Marmolada affascina ancora di più grazie ai nuovi impianti fino a oltre 3.000 metri e la pista più lunga, "la Bellunese".

LE ZONE COLLINARI
Le zone collinari, percorribili nella strada del Prosecco e vini Colli Conegliano e Valdobbiadene, tra le aree più note ed importanti d'Italia per l'enologia, offrono colline dove "tutto" è vigneto, dove si distinguono le imponenti moli di chiese, abbazie, castelli, città murate, ville e pievi. 
Come scriveva Venanzio Fortunato nel VI secolo questa è una "terra nella quale eternamente fiorisce la vite", la quale scandisce con il suo ciclo naturale i tempi della vita degli abitanti di questo paradiso.
La "strada del Prosecco" è il primo esempio di segnalazione turistico-eno-gastronomica italiano e fu aperta ufficialmente il 10 settembre 1966. 
Tra le tappe consigliate: 
la vista panoramica dal Castello di Conegliano, sede della più antica Scuola Enologica d'Italia istituita nel 1876, gli affreschi della romanica Pieve di San Pietro di Feletto del XII secolo, il Molinetto della Croda di Refrontolo, eletta isola del Marzemino da cui deriva un vino passito già cantato e amato da Mozart, il Refrontolo Passito, visita al centro storico di Pieve di Soligo, ricco di palazzi di impronta veneziana e una parrocchiale neoclassica, l'abbazia cistercense di Follina, uno dei più rilevanti esempi di architettura tardo- romanica tendente al gotico presente nella Marca Trevigiana, l'ex opificio di origine ottocentesca Villa dei Cedri di Valdobbiadene, dove ogni anno si tiene la Mostra Nazionale dello Spumante. 

STRADA DEI VINI DEL PIAVE
La strada dei vini del Piave, densa di significato storico e culturale, rappresenta il mondo contadino forte dei suoi valori con le peculiarità del suo paesaggio rurale. I luoghi di maggior interesse sono Oderzo e Motta di Livenza, lungo percorsi disseminati di splendide ville appartenute ai nobili della Serenissima, come la Villa Lippomano a San Vendemmiano, Villa Donà delle Rose a Mareno di Piave e Villa Papadopoli a San Polo di Piave, di scorci che lasciano intravedere il fiume Piave, di chiesette isolate che nascondono preziosi affreschi, come la chiesa di S.Giorgio di Ormelle, contenente un importante affresco raffigurante l’Ultima Cena con gamberi e vino rosso, di piccoli paesi gioielli dell'architettura, come la preziosa Portobuffolè, porto fluviale di origine medievale, e lo splendido castello di Roncade.
Nella cittadina di origine romana Oderzo si consiglia di visitare la centrale piazza Vittorio Emanuele II, il tardogotico Duomo, il museo civico opitergino Eno Bellis, una delle più importanti raccolte archeologiche del Veneto. 
Motta di Livenza presenta scorci naturali e siti architettonici di notevole importanza: il Duomo, attribuito al Sansovino, dei primi decenni del XVI sec. e il Santuario della Madonna dei Miracoli, il simbolo della città, edificato all'inizio del '500 dai frati nel luogo di una miracolosa apparizione della Vergine. 

Si ricorda infine che Fossalta di Piave, sede della cantina De Stefani, nell'estate del 1918 è stata teatro di guerra durante l'ultima offensiva sferrata dagli austriaci, in cui il nemico riuscì a varcare il Piave proprio a Fossalta. In quelle giornate rifulse l'eroismo dei 'Ragazzi del '99' e dello scrittore americano E. Hemingway che fu ferito presso l'ansa del Piave, ove è stato posto un Battistero commemorativo. 

Brochure Winery Tours