Logo De Stefani
Italiano | English | Deutsch

Vendemmia 2009

Soddisfazione della DE STEFANI: un'annata favorevole che porterà vini che esprimeranno al meglio il nostro territorio, con quantità inferiori ma di altissima qualità!

Ad un dicembre 2008 con una temperatura media insolitamente elevata per il periodo, ha fatto seguito un periodo freddo ed in linea con le medie degli ultimi anni. Le abbondanti riserve idriche, accumulate durante uno degli inverni più piovosi degli ultimi tempi, hanno compensato il caldo e la mancanza di precipitazioni dell’estate.
Nel periodo primaverile si è registrato un innalzamento termico ragguardevole, di conseguenza la pianta della vite ha anticipato la fase floreale di circa una settimana, precocità che si è mantenuta fino alla raccolta.
Ad un agosto molto caldo e secco in cui le medie termiche hanno raggiunto valori fra i più elevati degli ultimi 10 anni, è seguito un settembre in cui le fresche temperature notturne, tra i 10 e i 13°C, hanno favorito la costituzione aromatica delle uve.
Le vendemmie dei cru, vini ottenuti da un vigneto singolo, hanno avuto le seguenti epoche.
Le uve del Tombola di Pin sono state vendemmiate nelle seguenti date: il Pinot Nero il 24 Agosto, lo Chardonnay il 25 Agosto, il Prosecco il 16 Settembre.
Le uve dell'Olmera sono state vendemmiate nelle seguenti date: il Sauvignon il 12 Settembre, il Tocai il 13 Settembre.
L’uva del Kreda, il Refosco, è stata raccolta il 29 Settembre.
Le uve del Terre Nobili sono state raccolte nelle seguenti date: il Refosco il 29 Settembre, il Merlot il 1° Ottobre, il Cabernet Sauvignon il 2 Ottobre.
L’uva dello Stèfen 1624 e del Refrontolo Passito, il Marzemino, è stata raccolta il 22 e il 23 Settembre.
L’uva del Malanotte, il Raboso, è stata raccolta il 28 Ottobre.

L'annata 2009 si preannuncia interessante dal punto di vista enologico, complice una serie di fattori climatici ed agronomici favorevoli per l'ottenimento di uve di alta qualità. La quantità della produzione di uva è stata del 35% inferiore rispetto alla media degli ultimi 5 anni, a causa della siccità, delle caratteristiche fisiologiche dell'annata e della nostra volontà di ridurre le rese per pianta in seguito alla trasformazione della forma di allevamento del vigneto a Guyot con 8.400 viti per ettaro.

I vini bianchi e gli spumanti saranno pieni, longevi e minerali, con profumi di frutta matura e una bella freschezza, grazie alle importanti escursioni termiche tra il giorno e la notte dell'ultimo periodo e alla sapiente raccolta mirata delle uve, in tempi ben scelti.

I vini rossi avranno un colore molto intenso e saranno ben strutturati, con un tannino fitto e di grande opulenza, complice la straordinaria ricchezza zuccherina delle uve. La morbidezza avrà la meglio sull'austerità.

Vendemmia di altissima qualità!

Brochure Vendemmia 2009

Brochure Harvest 2009

Brochure Weinlese 2009